Come creare un MultiBoot per Windows Mac e Linux

0
Posted 2 gennaio 2014 by Giada Ruggiero in Guide
Come creare un MultiBoot per Windows Mac e Linux

In questo articolo vedremo come creare un MultiBoot per windows mac e linux.

Per MultiBoot, si intende creare una schermata, all’avvio del computer, che vi permetta di selezionare quale Sistema operativo avviare, tra quelli installati sul vostro pc.

Questa guida sarà utile a chi ha almeno 2 OS installati, uno dei quali Mac OS X.

Vediamo quindi come procedere partendo da una situazione del genere:

Un solo hard disk diviso in 4 partizioni:

Partizione 1: Mac OS X – HFS+

Partizione 2: Windows XP/Vista – NTFS

Partizione 3: Linux – EXTENDED + Ext3/Linux Swap

Partizione 4: Dati – NTFS/FAT

Per creare il MultiBoot abbiamo tre opzioni più una quarta che è universale:


1) La prima opzione è utilizzare il metodo del MultiBoot Darwin, Nativo di Mac OS X.

Questo metodo funziona solo se

a – La release di Mac installata supporta il Darwin Boot Loader,(potrete controllare se lo supporta dalle release note della versione che avete installato).

b – La partizione su cui è installato Mac OS X deve essere impostata come bootable. In pratica una partizione è bootable se, tramite un programma di gestione partizioni come gParted, viene selezionata per partire all’avvio.

Se è tutto apposto, come sopra descritto, allora potete tranquillamente provare a creare il MultiBoot con Darwin. Basterà, avviarlo e, quando vedete il conto alla rovescia, dovrete premere preme un tasto qualsiasi, e poi, utilizzando le freccette della tastiera, dovrete selezionare l’OS da avviare.

Naturalmente sarà predefinito Mac OS X, perciò, se volete fare in modo che non parta in automatico col conto alla rovescia Mac, dovrete modificare manualmente il seguente file:

“com.apple.Boot.plist”

Che vi permette di configurare il MultiBoot Darwin.

Come creare un MultiBoot per Windows Mac e Linux

2) La seconda opzione è quella di utilizzare il MultiBoot di Windows.

Il procedimento in questo caso, è decisamente più macchinoso.

Per far si che tutto funzioni:

a – La partizione su cui è installato Windows deve essere impostata come bootable.

b – Deve essere presente il file CHAIN0 nella partizione di Windows, necessario perchè il MultiBoot di Windows rilevi anche Mac.

In dettaglio: Il file Boot.ini, situato nella diredtory principale nella partizione dov’è installato Windows, deve essere configurato di modo che anche mac e linux siano selezionabili, il che non accade automaticamente come nel Darwin.

Vediamo come procedere:

Aprite il blocco note e selezionare “Apri”.

Nella schermata che si aprirà dovrete scrivere: C:\boot.ini (dove “C” sta per la lettera della partizione su cui è installato Windows)

A questo punto si aprirà un file di questo tipo:

[boot loader]

timeout=30

default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOWS

[operating systems]

multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS=”Microsoft Windows XP Professional” /noexecute=optin /fastdetect

Ha un timeout di 30 sec predefinito ma potete anche accorciarlo, poi si vede qual’è quello predefinito da avviare, e poi in fine c’è la posizione dell’OS Windows.

Una volta aperto il file boot.ini, inserite nel lettore il DVD con la vostra release di Mac e copiate in C:\ (o comunque nella partizione di Windows) il file CHAIN0.

Ora tornate nel vostro boot.ini e modificatelo in questo modo:

[boot loader]

timeout=10

default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOWS

[operating systems]

multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS=”Microsoft Windows XP Professional” /noexecute=optin /fastdetect

C:\CHAIN0=”Mac OS X”

multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(3)=”Linux” /noexecute=optin /fastdetect

Se il file CHAIN0 compare scritto maiuscolo, scrivetelo minuscolo.

Purtroppo questo metodo  non sempre funziona.

Infatti molto spesso non permette di avviare mac ,mentre con linux e Windows funziona perfettamente.

3) La terza opzione consiste nell’utilizzare il metodo di MultiBoot di Linux, ma questo metodo quasi sicuramente non funzionerà con Mac. Il procedimento non ‘ spiegabile in questa sede perchè varia da distro a distro.

Comunque  anche in questo caso, la partizione con Linux deve essere impostata bootable.

Come creare un MultiBoot per Windows Mac e Linux: Soluzione Universale

4) La quarta opzione è un’alternativa a tutte le altre, nel caso non avesse funzionato ed è universale.

Si tratta di utilizzare Acronis OS Selector come gestore all’avvio.

Purtroppo rallenta l’avvio del computer di qualche secondo, ma la procedura di installazione verrà notevolmente semplificata.

“Acronis OS Selector” è già incluso nel pacchetto di “Acronis Disk Director Suite”, installabile su Windows.

Acronis disk director suite, oltre all’OS selector, offre un tool che permette di gestire comodamente le partizioni.

Una volta installato andate in Start e selezionate nel sottomenù Acronis la voce “Install acronis os selector”.

Il procedimento è semplice ed intuitivo e dovrebbe già da subito rilevare tutti gli OS.

Se cosi non fosse, dall’interfaccia del programma andate sul menù Tools -> OS Detection Wizar, selezionate la partizione di Mac OS o Magari di Linux e premere i bottoni “Bootable” e “Active”.


About the Author

Giada Ruggiero


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)