ThemeForest best selling themes

Facebook: inizia la lotta contro i falsi “i like”

0
Posted 5 Settembre 2012 by overshadow in Curiosità

Facebook da il via alla lotta contro i falsi Mi Piace generati da malware e bot. Grazie ad un recente sistema del Security Team, è finalmente possibile scoprire i falsi profili, volti a generare automaticamente gli I Like su Facebook.

Come tutti sanno, il pulsante “Mi Piace” di Facebook, serve ad esprimere un parere su un link, un post o una pagina in generale, indicando di conseguenza il gradimento di un determinato brand o personaggio.

Questo metodo di condivisione e quindi pubblicizzazione veloce, viene sempre più spesso sfruttato da molte persone, così da generare consensi e avere maggiore visibilità sul mondo del web.

Nello specifico, esistono ormai dei veri e propri esperti del campo, persone che tramite malware e bot generano gli i like su commissione. Ovviamente, ogni commissione ha un costo diverso, in base a quanti i like vengono richiesti dal “cliente”.


Adesso però per i furbetti la pacchia è finita, e il social network di Zuckerberg si lancia di nuovo in una sfida già affrontata –e vinta–  in passato, contro la Delaware Adscend Media, colpevole di aver guadagnato più di un milione di dollari grazie alla tecnica del likejacking e alla creazione di pagine che promettevano contenuti incredibili. Nel caso della Delaware Adscend Media, i legali di Facebook hanno trovato un accordo per 100mila dollari, più il risarcimento delle spese processuali.

Oggi però, Facebook si arma di metodi più concreti per combattere questo tipo di frode: il Security Team di Facebook ha messo in atto un nuovo sistema di algoritmi in grado di riconoscere i falsi consensi generati da Bot, cioè falsi profili riconoscibili attraverso la poca attività sul social network.

 


About the Author

overshadow


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)